Pubblicato il

Gastronomia… non farti venire l’ acquolina in bocca

La Gastronomia ennese è nota per la sua semplicità di cucina all’origine povera. I segreti per la preparazione di pietanze tipiche consistono tutte nella genuinità degli ingredienti e nel sapiente tradizionale utilizzo di prodotti umili, caserecci freschi o conservati in casa con metodi naturali senza aggiunta di additivi chimici, verdure di campagna, raccolte nelle alte colline interne, nelle radure o in luoghi spesso incolti, di carne caprina,bovina e ovina, di gustoso formaggio pecorino e di tenera ricotta di pasta casereccia impastata con uova fresche, di tipici dolci a base di mandorle.

Il formaggio piacentino, secondo alcuni, “piacentinu” è un nome dato per mettere in contrasto il sapore delicato e ricercato dal formaggio (pasta dura cruda con grani di pepe e zafferano mescolato all’ impasto) con i sapori forti e piccanti ai quali la regione Sicilia in genere è abituata. In sostanza il “piacentinu” è un formaggio a pasta dura, cruda, derivato dal latte di pecora intero, crudo, con caglio di agnello e a volte di capretto.

Risultati immagini per piacentino

Quasi tutti i ristoranti ennesi offrono primi piatti forti, conditi con peperoni, melanzane e ortaggi vari. I secondi piatti variano dalle frittate di verdura (tipiche quelle di mazzareddi e finucchiddi) alle grigliate miste sia di carne che di pesce, ai polpettoni e ai falsomagri e alle varie specialità di agnello.

Risultati immagini per mazzareddiRisultati immagini per falsomagriRisultati immagini per grigliate di pesce

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *